Servizio di mensa per l'anno scolasctico 2017/2018 - Informazioni per l'utenza

Servizio di mensa scolastica – anno scolastico 2017/2018 – Informazioni per l'utenza [pdf]

AVVISO PER IL SERVIZIO DI MENSA PER L’ANNO SCOLASTICO 2016/2017 – VERSAMENTO DEL SALDO

Gentili famiglie, si ricorda che il versamento del saldo dovuto per la fruizione del servizio di mensa scolastica per l'a.s. 2016/2017 doveva essere effettuato entro il 15 luglio 2017.
Per qualsiasi informazione in merito all'ammontare dell'importo dovuto vi invitiamo a contattare Esatto SpA tramite l’apposita sezione del sito

www.esattospa.it

o tramite e-mail all’indirizzo

serviziscuole@esattospa.it

.
Ricordiamo che, per informazioni, è possibile chiamare anche il numero verde 800.800.880 con i seguenti orari:
- lunedì, martedì, giovedì e venerdì dalle ore 9.00 alle ore 16.00;
- mercoledì e sabato dalle ore 9.00 alle ore 13.00.

 

 

16/01/2017 LINEE D'INDIRIZZO PER L'ALIMENTAZIONE NEI NIDI D'INFANZIA E LINEE GUIDA PER LA RISTORAZIONE SCOLASTICA

Al fine di approfondire le tematiche relative all'alimentazione nei nidi d'infanzia e nella ristorazione scolastica, vi invitiamo a consultare i seguenti documenti:

  • Linee d'indirizzo per l'alimentazione nei nidi d'infanzia 3 mesi – 3 anni [pdf]
  • La ristorazione scolastica – Linee guida della Regione Friuli Venezia Giulia [pdf]

 

Mangiare a scuola

Servizio di mensa scolastica Lotti 1 e 2 - Carte dei servizi
Care cittadine, cari cittadini, queste Carte dei Servizi riguardano la Ristorazione Scolastica organizzata dal Comune di Trieste ed erogata negli asili nido comunali, nelle scuole dell'infanzia comunali e statali, nelle scuole primarie e secondarie di primo grado della nostra città, durante i servizi estivi comunali. [Segue]

 

Informazioni per l'anno scolastico 2016/2017 [.pdf]
Gentili famiglie, si ricorda che ogni bambino iscritto ad una classe con servizio di mensa comunale, risulta iscritto anche alla mensa e la famiglia ha l’obbligo di pagare i pasti fruiti al prezzo intero (euro 4,93).
Per ottenere una tariffa ridotta o l’esonero doveva essere presentato l’apposito modulo di richiesta, entro i termini indicati. La richiesta aveva valore esclusivamente per il singolo anno scolastico. [Vai al procedimento]

 

Informazioni per l'anno scolastico 2017/2018
Si ricorda che l’iscrizione e la continuità nella frequenza alle scuole dell'infanzia comunali e statali, primarie e secondarie di primo grado statali in cui è attivo il Servizio Mensa comunale comportano automaticamente anche l’iscrizione a detto specifico Servizio.

Il Servizio Mensa comunale è a pagamento.

Sono previste tariffe intera, ridotta o l'esonero in base all'ISEE del nucleo familiare e/o al numero dei figli che fruiscono contemporaneamente del servizio di mensa scolastica erogato dal Comune di Trieste (anche Nidi comunali e SIS).

Per ottenere la tariffa ridotta o l’esonero per il servizio di mensa per l'anno scolastico 2017/2018 non è necessario fare domanda: la tariffa viene calcolata d'ufficio tramite consultazione del sito INPS sulla base del valore ISEE (prestazioni agevolate rivolte a minorenni) in corso di validità alla data del 30.04.2017 del nucleo familiare nel quale è inserito il bambino.

Per maggiori informazioni siete invitati a consultare il seguente documento:

Servizio di mensa scolastica – anno scolastico 2017/2018 – Informazioni per l'utenza [pdf]




Mangiare al nido

Nei nidi d’infanzia comunali viene fornito il servizio di mensa scolastica.
Il Servizio di mensa comprende: merenda di metà mattina, pranzo, merenda di metà pomeriggio.
La mensa è compresa nel servizio offerto. L’iscrizione al nido comporta anche l’iscrizione alla mensa.
La retta versata per il servizio di nido comprende anche la tariffa per il servizio di mensa scolastica.
Il menù è stato elaborato dalla dietista dott. Paola Fabbro e visionato dall'Azienda per i Servizi Sanitari.
I menù possono essere variati in corso d'anno e i genitori possono chiederne copia presso la scuola.
Nelle scuole con lingua d'insegnamento slovena viene distribuito il menù tradotto.
Le derrate comprendono anche tutti gli alimenti previsti per il periodo di svezzamento come: farine di vario genere, pastina prima infanzia nei vari formati, omogeneizzati e liofilizzati di carne, pesce, formaggio e frutta, latte in polvere e biscotti prima infanzia.
Tutti i prodotti utilizzati per la preparazione dei menù dei nidi d'infanzia sono di provenienza biologica.
Al fine di favorire l’utilizzo del latte materno, nei nidi d’infanzia trova applicazione il “Protocollo allattamento materno all’interno dei nidi d’infanzia”.
E' possibile richiedere un menù diversificato per le principali forme di intolleranza alimentare (latte, uova, latte+uova, glutine) e per usufruire della dieta vegetariana, rivolgendosi alla segreteria della scuola per compilare e consegnare apposito modulo.
E' possibile altresì, richiedere, per motivi etico-religiosi-culturali, la sostituzione di un alimento non gradito con un altro, purché presente nel Capitolato d'Appalto. Anche in questo caso è necessario rivolgersi alla segreteria della scuola per compilare e consegnare l'apposito modulo [vai al procedimento]


Mangiare alla scuola d'infanzia

Nelle scuole dell’infanzia comunali e statali viene fornito il servizio di mensa scolastica.
Il servizio comprende: merenda di metà mattina, pranzo, merenda di metà pomeriggio.
L’utilizzo della mensa prevede il pagamento di una tariffa (eccetto i casi di esonero) determinata in base all'ISEE e al numero di figli che utilizzano la mensa del Comune.
Il menù è stato elaborato dalla dietista dott. Paola Fabbro e visionato dall'Azienda per i Servizi Sanitari.
I menù possono essere variati in corso d'anno e i genitori possono chiederne copia presso la scuola.
Nelle scuole con lingua d'insegnamento slovena viene distribuito il menù tradotto.
E' possibile richiedere un menù diversificato per le principali forme di intolleranza alimentare (latte, uova, latte+uova, glutine) e per usufruire della dieta vegetariana, rivolgendosi alla segreteria della scuola per compilare e consegnare apposito modulo.
E' possibile altresì, richiedere, per motivi etico-religiosi-culturali, la sostituzione di un alimento non gradito con un altro, purché presente nel Capitolato d'Appalto. Anche in questo caso è necessario rivolgersi alla segreteria della scuola per compilare e consegnare l'apposito modulo.  [vai al procedimento]


Mangiare al centro estivo e al SIS
Nel Servizio Integrativo Scolastico e nei Centri Estivi comunali viene fornito il servizio di mensa scolastica.
Il servizio di mensa comprende:
- nel servizio integrativo scolastico: pranzo e merenda di metà pomeriggio
- nei centri estivi comunali: merenda di metà mattina, pranzo, merenda di metà pomeriggio.
L’iscrizione al servizio integrativo scolastico o al centro estivo comporta anche l’iscrizione alla mensa.
La retta versata per il S.I.S. o per il centro estivo comprende anche la tariffa per il servizio di mensa scolastica.

Il menù è stato elaborato dalla dietista dott. Paola Fabbro e visionato dall'Azienda per i Servizi Sanitari.
I menù possono essere variati in corso d'anno e i genitori possono chiederne copia presso la scuola.
Nelle scuole con lingua d'insegnamento slovena viene distribuito il menù tradotto.
E' possibile richiedere un menù diversificato per le principali forme di intolleranza alimentare (latte, uova, latte+uova, glutine) e per usufruire della dieta vegetariana, rivolgendosi alla segreteria della scuola per compilare e consegnare apposito modulo.
E' possibile altresì, richiedere, per motivi etico-religiosi-culturali, la sostituzione di un alimento non gradito con un altro, purché presente nel Capitolato d'Appalto. Anche in questo caso è necessario rivolgersi alla segreteria della scuola per compilare e consegnare l'apposito modulo. [vai al procedimento]


Mangiare alla scuola primaria e secondaria di primo grado statale

In alcune scuole primarie e secondarie di primo grado statali viene fornito il servizio di mensa scolastica, che consiste nella somministrazione del pranzo.
L’utilizzo della mensa prevede il pagamento di una tariffa (eccetto i casi di esonero) determinata in base all'ISEE e al numero di figli che utilizzano la mensa del Comune.
Il menù è stato elaborato dalla dietista dott. Paola Fabbro e visionato dall'Azienda per i Servizi Sanitari.
I menù possono essere variati in corso d'anno e i genitori possono chiederne copia presso la scuola.
Nelle scuole con lingua d'insegnamento slovena viene distribuito il menù tradotto.
E' possibile richiedere un menù diversificato per le principali forme di intolleranza alimentare (latte, uova, latte+uova, glutine) e per usufruire della dieta vegetariana, rivolgendosi alla segreteria della scuola per compilare e consegnare apposito modulo.
E' possibile altresì, richiedere, per motivi etico-religiosi-culturali, la sostituzione di un alimento non gradito con un altro, purché presente nel Capitolato d'Appalto. Anche in questo caso è necessario rivolgersi alla segreteria della scuola per compilare e consegnare l'apposito modulo.  [vai al procedimento]