22/12/2016 - L'ASSESSORE ROSSI HA PRESENTATO IN MUNICIPIO I NUOVI OBIETTIVI DELLE POLITICHE GIOVANILI DAL 2016 AL 2021

Partecipazione e cittadinanza, innovazione e creatività, scambi e mobilità internazionali, formazione e lavoro, arte e cultura, sport, istituti superiori e professionali enti di formazione, spazi e associazioni, promozione del benessere, sono questi alcuni degli obiettivi prioritari delle politiche giovanili per il periodo 2016-2021 che il Comune di Trieste – Area Educazione, Università, Ricerca, Cultura, Sport - promuove attraverso la nuova delega ai Giovani.

La nuova progettualità è stata presentata oggi dall'assessore Giorgio Rossi, titolare della delega ai Giovani, e si rivolge ai ragazzi della città, rivisitando – viste le mutate e complesse esigenze dei giovani oggi - una visione e le attività, all'interno di un nuovo contenitore programmatico che offre contenuti trasversali; è infatti trasversale la rilevanza del mondo giovanile e trasversali gli ambiti di sviluppo, coinvolgimento e di interesse per i giovani.

“Questa è una giornata importante, frutto di mesi di lavoro che stanno concretizzando il nuovo progetto “PAG”– ha affermato l'assessore Rossi – dedicato ai giovani, il nostro investimento per il loro futuro. Ho creduto fermamente fin dall'inizio mandato alla delega ai giovani per creare loro vere prospettive. Al di là dei 'muri' che spesso si trovano davanti, vuoi per una sorta di invidia o scarso ottimismo da parte delle generazioni che li precedono, vuoi per ideologismo, o semplicemente per paura. Muri che i giovani devono superare perchè tutti hanno 'peso' e importanza nella nostra società con il proprio lavoro, la propria specificità. Con questi obiettivi del progetto vogliamo innescare tra i giovani qualcosa di 'esplosivo' nel senso positivo del termine, una reazione a catena anche grazie alla rivalorizzazione e rivitalizzazione di tre luoghi 'chiave della città; il ricreatorio Toti, il Castello di San Giusto e l'Orto Lapidario – dove c'è la storia dell'umanità, testimonianze che non vanno dimenticate - , consapevoli che la nostra missione è quella di “seminare” , non di raccogliere – ha detto Rossi -. Sarà anche allestito un info point in piazza dell'Unità – ha aggiunto - dove i giovani potranno ricevere informazioni e indicazioni”.

Si parte quindi dalla nuova organizzazione del Polo Giovani Toti di San Giusto (insieme alla sede di Borgo san Sergio) per individuare non solo un luogo fisico, ma anche e soprattutto l'assetto complessivo delle azioni a favore dei giovani cittadini – è stato spiegato – .
La responsabile del progetto Donatella Rocco, ha parlato dell' “attuale servizio educativo a domanda individuale che diventa un insieme di proposte proprie di un Polo giovani a fruizione libera con un potenziamento delle attività, che saranno gestite anche e soprattutto direttamente dai giovani”. A tal proposito, a breve verrà lanciata una call per accreditare realtà giovanili del Comune di Trieste interessate a partecipare attivamente e fruire dei servizi e degli spazi del Progetto Area Giovani – PAG, approvato da un'apposita delibera di Giunta (n.616 del 28 novembre 2016). Lo scopo pertanto è mettere a disposizione spazi di condivisione e sperimentazione, dove testare competenze, sviluppare e proporre progettualità, accrescere la creatività, accedere a servizi, strutture e attrezzature, all'interno di una rete con altri giovani, gruppi e associazioni giovanili, condividendo anche con gli altri partner del progetto, quali Regione FVG, Università e altri ancora.
Susan Petri e Martina Billia del Toti hanno illustrato le varie funzionalità: gli spazi del Polo Giovani comprendono la sala studio, la sala prove attrezzata per gruppi musicali, i campi sportivi esterni di basket, pallavolo e arrampicata, gli spazi espositivi e atelier spazi co-working, spazio teatro attrezzato per rappresentazioni, proiezioni, conferenze, dibattiti, letture.

La necessità di dare visibilità ai giovani in città si concretizzerà nei prossimi mesi anche in altre iniziative: nella destinazione di alcuni spazi in centro rivolti alla popolazione giovanile (atelier, laboratori artistici, ecc.), un punto informativo dedicato agli eventi e alle informazioni rivolte ai giovani; e soprattutto legato ai giovani è il rilancio del colle di san Giusto (dove è collocato il Polo Giovani Toti) e in particolare il Castello che, con la prossima bella stagione, riprenderà la sua antica funzione di propulsore culturale e di intrattenimento, restituendo ai cittadini uno dei luoghi simbolo e più affascinanti di Trieste.

Nel programma di eventi estivi infatti, la sezione Giovani – dai 14 fino ai 35 anni di età (non più fino ai 25) farà la parte del leone, offrendo nuove opportunità di fruizione e di sperimentazione alle realtà giovanili di livello che certamente non mancano. Tutto questo non dimenticando di coinvolgere sempre più attivamente i veri protagonisti, i ragazzi, che saranno chiamati a partecipare attivamente alle scelte di campo dell'amministrazione comunale.

Importantissimo ancora accennare alla comunicazione del progetto che si avvale di un nuovo logo e soprattutto di due eventi rivolti ai giovani: venerdì, 23 dicembre alle ore 15 presso il Polo Giovani Toti si svolge il raduno dei giovani youtubers triestini mypersonalpizza; mercoledì, 28 dicembre alle ore 19 (fino alle 22) dj set con Miguel Selekta e aperitivo gratuito presso il Castello di san Giusto (Bottega del vino).
Al termine, in un breve video i youtubers triestini Cristina, Lorenzo e Simone, hanno illustrato in modo divertente e creativo le nuove opportunità del Toti per i giovani promuovendo l'appuntamento del 23 dicembre.

Tutte le informazioni sono reperibili sul sito del Comune di Trieste www.retecivica.trieste.it e sulla pagina Facebook ProgettoAreaGiovani oltre che al Polo Giovani aperto da lunedì a sabato dalle 14.30 alle 19.30.